Giro d'Italia 2018 il progetto:
Dorelan a fianco di Trek-Segafredo

Il ciclismo professionistico è uno sport itinerante come pochi altri al mondo, i corridori già sottoposti ad un esercizio fisico estenuante durante la competizione, spesso affrontano lunghi viaggi per raggiungere gli hotel dove andranno a trascorrere la notte giusto in tempo per recuperare in vista del giorno e della gara successiva.

Questa è la premessa che fa ben capire come il sonno di per sé sia una delle parti fondamentali della competizione.

Un corridore medio partecipa a circa 85 gare a stagione il che significa dovere cambiare hotel almeno 70 volte e dormire su altrettanti materassi; poter riposare sullo stesso materasso, quindi, diventa una necessità.

Grazie a Dorelan, dopo una fase iniziale di studio nella scorsa stagione di vari prodotti per il riposo, siamo giunti grazie agli ottimi feedback a quello che al Giro d’Italia 2018 sarà il livello ottimale di assistenza per tutta la squadra.

Ogni atleta avrà a disposizione un materasso personalizzato Dorelan Reactive, e tramite l’assistenza di personale dedicato Dorelan, il materasso sarà pronto in ogni hotel all’arrivo dei corridori dopo la tappa.

Questo servizio permetterà agli atleti di poter riposare sempre al massimo delle possibilità, dormendo come fossero a casa e riducendo sia lo stress muscolare sia quello psico-fisico garantendo una performance ideale per la tappa successiva.